«

»

Gen 27 2018

Al via l’undicesima stagione

Niccolò Giudici in azione Dopo il rinvio a causa del maltempo delle gare previste a Temu e al Passo del Tonale ad inizio gennaio, il Circuito Ski Race Cup ha potuto prendere il via sulle nevi di Chiesa Valmalenco, località ormai collaudata e inserita per il quarto anno consecutivo all’interno del calendario. L’undicesima stagione è cominciata con un programma di discipline tecniche, sotto l’egida del Cristal Team, che ha visto uno slalom gigante ed uno slalom speciale nella giornata di sabato tracciati entrambi sulla pista Allenamenti Campolongo, mentre nella giornata di domenica, complice una nevicata che ha portato circa 30 cm di neve fresca sui campi di gara, due slalom gigantisulla pista Palu Barchi. Orfano di Francesco Bertolini, autentico dominatore delle ultime due stagioni, il circuito non ha trovato subito un sostituto capace di monopolizzare il primo gradino del podio, al contrario si è vista fin dalle prime battute un’avvincente lotta tra diversi atleti per raccogliere l’eredità e conquistare il titolo finale. Una buona impressione l’hanno destata anche gli atleti al primo anno della categoria giovani, capaci di inserirsi dalle retrovie nelle parti alte delle classifiche, indice comunque di un buon lavoro svolto nelle categorie precedenti. Insomma, ci sono tutte le premesse per una stagione 2018 davvero avvincente.

Podio giovani femminile Quanto alla cronaca, nello slalom gigante di sabato la vittoria è andata a Niccolò Giudici (SC 13 Clusone) che ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 49.53, davanti a Simone Bellavita (Cristal Team), staccato di 53 centesimi. Terzo gradino del podio per Stefano Comensoli (SC Free Mountain) con il tempo di 50.35. Nella categoria femminile successo per Ilaria Tognoli (SC Radici Group) con il tempo di 51.28, davanti a Claudia Marchesi (Ski Team Go) e a Lisa Chiodi (SC Brixia Sci) staccate rispettivamente di 22 centesimi e 1 secondo e 46 centesimi. Tra i rapid gates successo in campo maschile per Alessandro Lorati (SC Pontedilegno) con il tempo di 44.59; alle sue spalle, staccato di 41 centesimi Alessandro Boni (SC Orobie Ski), mentre al terzo posto troviamo Gian Mauro Piantoni (SC Orezzo) con il tempo di 45.37. Tra le donne la medaglia d’oro è andata nuovamente a Ilaria Tognoli (SC Radici Group) che, con il tempo di 47.35, si candida come una delle papabili pretendenti al successo nella classifica finale. In seconda posizione si piazza Claudia Marchesi (Ski Team Go) con il tempo di 48.17 mentre la medaglia di bronzo va a Giulia Ziliani (SC Orezzo) con il tempo di 48.71.

Nella giornata di domenica, a causa come detto della neve fresca caduta in pista e del vento alzatosi nella mattinata, il Cristal Team, con il prezioso supporto dello staff messo a disposizione della stazione sciistica, ha dovuto variare leggermente il programma di gara, spostando le gare sulla pista che dalla località Barchi scende a San Giuseppe, senza però pregiudicare il regolare svolgimento della manifestazione. Sono potuti cosi andare in scena altri due slalom giganti, il primo dei quali è stato vinto da Niccolò Giudici (SC 13 Clusone) con il tempo di 50.30 davanti a Francesco Odone (SC Selvino), staccato di 1 secondo e 35 centesimi. Terzo gradino del podio conquistato da Gian Mauro Piantoni (SC Orezzo) con il tempo di 51.72. In campo femminile affermazione per Claudia Marchesi (Ski Team Go) con il tempo di 53.43, davanti alla coppia targata Sc Radici Group Gabriella De Martino, staccata di 58 centesimi e Ilaria Tognoli, che chiude il podio con il tempo di 55.00.

Atleti premiati dalla famiglia Rossini Pista che ha tenuto perfettamente gli oltre 120 passaggi e tracciato che è rimasto invariato per la seconda manche, permettendo la rivincita a chi nella prima manche aveva trovato qualche difficoltà a causa del forte vento rafficoso, calato poi nella seconda gara. Tra i maschi la vittoria è andata a Simone Bellavita (Cristal Team) con il tempo di 49.27, davanti a Gian Mauro Piantoni (SC Orezzo), staccato di 25 centesimi. Niccolò Giudici (SC 13 Clusone) agguanto il terzo gradino del podio per soli 4 centesimi, con il tempo di 49.68. In ambito femminile doppietta per Claudia Marchesi (Ski Team Go) con il tempo di 51.80, capace di staccare di oltre un secondo un terzetto agguerrito di ragazze dello SC Radici Group. La medaglia d’argento va infatti a Cecilia Palmieri con il tempo di 53.03, 9 centesimi davanti a Ilaria Tognoli.

Questi due giganti erano valevoli per il primo “Trofeo Marco Rossini Cai Cantù a.m.”, che assegnava il titolo allo Sci Club con il miglior tempo calcolato come somma dei migliori 3 tempi tra i propri atleti: il trofeo è stato vinto dal Cristal Team Asd. Al termine delle gare si sono svolte le consuete premiazioni dei primi 3 classificati di ciascuna categoria, seguite dalle estrazioni dei premi messi in palio dagli sponsor del circuito a cui va un doveroso ringraziamento per l’aiuto ed il sostegno che continuano a dare e senza il quale questo circuito non potrebbe continuare.

Per quanto riguarda le classifiche generali, i primi pettorali di leader vengono assegnati a Niccolò Giudici (SC 13 Clusone) in campo maschile, primo a pari merito con Gian Mauro Piantoni ma davanti per maggior numero di primi posti e a Claudia Marchesi (Ski Team Go) in quello femminile. Entrambe le classifiche sono apertissime e lasciano presagire ad un bellissimo prosieguo di stagione. Lo SC Radici Group è invece in testa alla classifica a squadre.

Foto, video e classifiche sono on line nelle rispettive sezioni del sito.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>