Need for speed

Fabio Ambrogi si aggiudica la combinata maschile La terza tappa del circuito di Ski Race Cup è andata finalmente in scena con due bellissime quanto fredde giornate di sole: l’alta Valtellina ha ospitato le 4 gare previste nel week end, con due slalom giganti a Isolaccia nella giornata di sabato e con le prime prove veloci di supergigante a Santa Caterina Valfurva nella giornata di domenica. Sabato 31 gennaio i quasi 150 atleti accorsi nella località della Valdidentro, altra new entry del Circuito, si sono così sfidati su due tracciati di slalom gigante sulla pista Cuna Alta, validi per il Trofeo Subaru Sca e per il Trofeo L. Ripamonti a.m., anche questa volta sotto la regia del Cristal Team ASD. Nella

prima prova la vittoria è andata all’alfiere dello SC Aprica Fabio Ambrogi con il tempo di 58.28, davanti al leader del circuito Gian Mauro Piantoni (SC Orezzo), staccato di 31 centesimi; al terzo posto si classifica Michele Brivio (GB Ski Club) con il tempo di 58.73. In campo femminile è Giorgia Benzoni (SC 13 Clusone) ad imporsi con il tempo di 1.01.92, per soli 12 centesimi davanti a Irene Castagna (SC Crocedomini); sul terzo gradino del podio troviamo invece Monica Fazzini (SC Alta Valsassina) con il tempo di 1.02.98. Come nella prima gara, anche nella seconda si è assistito ad una lotta sul filo dei centesimi: il secondo tracciato, ancora più veloce del primo, ha messo in evidenza le doti di scorrevolezza dei migliori interpreti della disciplina. Il podio del supergigante della categoria giovani maschile Si prende così la rivincita Gian Mauro Piantoni (SC Orezzo) con il tempo di 53.80, davanti a Michele Brivio (GB Ski Club) staccato di soli 7 centesimi e a Simone Bellavita (SC Radici Group), terzo al traguardo con il tempo di 54.24. Tra le donne scambio di posizioni sul podio con le stesse protagoniste della prima prova a contendersi il primato: la spunta Irene Castagna (SC Crocedomini) con il tempo di 57.09, davanti a Monica Fazzini (SC Alta Valsassina) che, per soli 4 centesimi, difende il secondo posto ai danni di Giorgia Benzoni (SC 13 Clusone), terza con il tempo di 57.46.

Nella giornata di domenica a Santa Caterina Valfurva, sulla parte alta della pista Deborah Compagnoni si è concluso il 6° Trofeo Subaru Sca, iniziato il giorno precedente a Isolaccia. Pista molto tecnica quella di Santa Caterina che ha messo a dura prova tutti gli atleti senza alcuna eccezione: la possibilità di sciare su una pista preparata solo un mese e mezzo prima per una gara di Coppa del Mondo ha reso le gare affascinanti quanto tecnicamente difficili. Due i supergiganti in programma, il primo dei quali valido per la combinata assieme al primo gigante di Isolaccia, disputatosi il giorno precedente. Nel primo tracciato bella vittoria per Marco Mussa (SC Brixia Sci) con il tempo di 1.00.03, davanti a Matteo Brenna (SC Albavilla) per soli 9 centesimi e a Fabio Ambrogi (SC Aprica), rimasto a soli 2 centesimi dal secondo posto, distacco comunque sufficiente a garantirgli la vittoria nella combinata. Irene Castagna (SC Crocedomini) si aggiudica la gara femminile con il tempo di 1.02.67 – andando a vincere anche la classifica della combinata – davanti a Sofia Maculotti (SC Pontedilegno), staccata di 49 centesimi e a Patrizia Spampatti (SC Orezzo), terza con il tempo di 1.04.05.   Irene Castagna si porta al comando della classifica generale femminile Nella seconda prova è Fabio Ambrogi (SC Aprica) ad agguantare la vittoria con il tempo di 59.86, unico atleta in grado di sfondare il muro del minuto: questa vittoria permette all’atleta aprichese di avvicinarsi alla leader della classifica generale Gian Mauro Piantoni. Al secondo posto troviamo Umberto Contrini (SC Collio) con il tempo di 1.00.57, mentre la medaglia di bronzo va al vincitore della prima prova Marco Mussa (SC Brixia Sci) con il tempo di 1.01.21. Sono solo 13 i centesimi che separano la vincitrice Sofia Maculotti (SC Pontedilegno) dalla seconda classificata Irene Castagna (SC Crocedomini) che ferma il cronometro sul tempo di 1.03.68, . Chiude il podio la compagna di squadra di Irene, Jessica Ravelli (SC Crocedomini) con il tempo di 1.07.29.

Al termine di ciascuna giornata di gara si sono svolte le consuete premiazioni dei primi tre classificati di categoria, alle quali hanno fatto seguito le sempre gradite estrazioni dei premi messi in palio dagli sponsor del Circuito. Gian Mauro Piantoni rimane leader della classifica generale maschile nella quale si preannuncia un’avvincente sfida con Fabio Ambrogi per la conquista del pettorale rosso, mentre in campo femminile Irene Castagna strappa il pettorale rosa a Patrizia Spampatti.

Foto, video e classifiche sono on line nelle rispettive sezioni del sito.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.