Madesimo da record…

Gian-Mauro-Piantoni-saldamente-al-comando-della-classifica-generale Un weekend molto intenso, quello di Madesimo, organizzato dallo Sci Club Lora al quale vanno sinceri ringraziamenti per il tempo e le energie impiegate per garantire l’ottima riuscita di un gigante e di uno slalom nella giornata di sabato e di due giganti in quella di domenica, sempre sulla pista Montalto.

Quattro gare caratterizzate da grande competitività ed emozioni che, grazie anche a condizioni meteo ideali, hanno fatto registrare numeri da record: si sono dati battaglia più di duecento atleti, su un tracciato tecnico con un fondo che ha tenuto al meglio nonostante le nevicate della settimana. Tra gli uomini a vincere il primo gigante è Ernesto Borsatti (Radici Group), davanti a Fabio Pedroncelli (Circolo Sciatori Madesimo) e Gian Mauro Piantoni (S.C. Orezzo). Tra le donne invece si è aggiudicata la vittoria Silvia Calza (Cai Piacenza) precedendo la leader provvisoria della classifica generale Veronica Gervasoni (Radici Group), mentre al terzo posto, sulle nevi di casa, si è piazzata Lucia Capuano (Iat Madesimo).

I concorrenti delle 45 società presenti si sono poi ripresentati al cancelletto di partenza per affrontare i 130 mt di dislivello dello slalom speciale.  A vincere tra i pali stretti è stato Gian Mauro Piantoni (S.C. Orezzo), seguito dal toscano Fabio Guidoreni (S.C.  Abeti Club) e da una new entry di tutto rispetto del Circuito 2011, Federico Ceroni (S.C. Orezzo).  Lo slalom femminile è stato dominato da Nicole Sonzogni (Radici Group), seconda la vincitrice del gigante Silvia Calza (Cai Piacenza) e terza una scatenata Veronica Gervasoni (Radici Group) che ha conquista altri punti preziosi per la classifica generale.

La giornata stupenda  di domenica e le ottime condizioni della pista hanno visto trionfare in campo maschile in entrambi i giganti Alberto Marinoni (S.C. Monte Campione), davanti rispettivamente nel primo a Tommaso Verri (S.C. Amici di Madesimo) e Gian Mauro Piantoni (S.C. Orezzo), nel secondo a Nicolò Donati (S.C. Cevedale), assente dalle scene nell’ultima stagione a causa di problemi al ginocchio, e Fabio Guidoreni (S.C.  Abeti Club) che in questo weekend pare non sia mai riuscito trovare il feeling giusto con la pista. Tra le donne ha vinto il primo gigante la giovanissima Elisa Bianchi Bazzi (Iat Madesimo), distaccando tutte sulle nevi di casa, mentre la vincitrice di sabato, Silvia Calza (Cai Piacenza), si è dovuta accontentare del secondo gradino del podio davanti ancora una volta alla portacolori dello Sci Club Radici, Veronica Gervasoni. Elisa Bianchi Bazzi (Iat Madesimo) e Silvia Calza (Cai Piacenza) hanno poi confermato il medesimo piazzamento anche nel secondo gigante di giornata, rispettivamente prima e seconda, seguite questa volta da Camilla Sannazzaro (S.C. Amici di Madesimo), uscita nella prima prova.

Per le classifiche delle gare e le foto del week end vi invitiamo a consultare le sezioni dedicate del sito.

Lo staff Ski Race Cup tiene a scusarsi con tutti i partecipanti per la scelta di invertire l’ordine di partenza delle gare nella giornata di domenica, in cui è stata data precedenza alle MAS_R sulle RQ_GS a differenza di quanto comunicato nel corso della settimana precedente e di quanto riportato nel Programma Ufficiale della manifestazione. Tale scelta è stata presa in maniera unilaterale dalla giuria, nonostante il parere contrario del comitato organizzatore e le esplicite richieste di rispettare il regolamento interno della Ski Race Cup.

Print Friendly, PDF & Email

4 comments

Skip to comment form

  1. PRECEDENZA GARE MAS_R SU RQ_GS

    Riceviamo e pubblichiamo il seguente commento, con il nostro impegno a chiarire quanto richiesto presso gli organi competenti nel minor tempo possibile.

    ” Al Comitato Organizzatore

    Per la giornata di gare del 6 marzo 2011 a Madesimo il programma ufficiale, pubblicato sul sito, prevedeva la partenza delle gare Master a seguire le gare Giovani/Senior.
    L’ordine delle gare è invece stato invertito rispetto a quanto previsto.

    L’Agenda dello Sciatore prevede:
    3.6.3 ORDINE di PARTENZA e CLASSIFICHE: Nella successione delle partenze normalmente viene data precedenza alle categorie più anziane, salvo diversa decisione della Giuria in base alle condizioni meteo o di innevamento.

    Il giorno precedente la gara Master era stata disputata dopo la gara Giovani/Senior senza alcun degrado del percorso. Non è quindi chiaro perchè domenica l’ordine delle gare sia stato invertito.
    Infatti, come già dimostrato sabato, la pista ha tenuto perfettamente fino ad oltre la fine delle gare (sullo stesso percorso è stata poi disputata una gara non FISI).

    Vi chiedo quindi perché non sia stato rispettato il programma ufficiale, senza alcun motivo logico di cambiamento.
    Non ritengo che tra i motivi logici di cambiamento possa essere annoverato quello del dubbio riguardo alla tenuta della pista, giusto per il fatto che il giorno precedente ne aveva dimostrata l’infondatezza. Nel caso fossero cambiate le condizioni meteo, la decisione di inversione si sarebbe potuta prendere la mattina stessa.

    Inoltre, considerando che non si potranno certo avere condizioni meteo o di innevamento migliori di quelle di ieri chiedo se, per le prossime manifestazioni, la gara Master si disputerà sempre prima di quella Giovani/Senior, per poter programmare con maggiore consapevolezza l’eventuale partecipazione.

    Credo, ma è mia opinione personale, che il Comitato Organizzatore dovrebbe chiarire con i Giudici di gara se nell’articolo sopraccitato il termine normalmente sia da intendersi come sempre, oppure se questo rappresenti un default che può essere variato quando le condizioni meteo o di innevamento (favorevoli, come ieri) lo permettano.

    Vittorio Vegetti “

    • Carlo Bartesaghi on 10 Marzo 2011 at 22:22
    • Reply

    Domanda: ma il regolamento ufficiale di una manifestazione non dovrebbe attenersi nei capisaldi alla agenda dello sciatore?
    Detto questo ritengo che il comportamento dei giudici sia stato esemplare. Nella giornata di sabato per opportunità pratiche, cioè per evitare ai giovani e senior una corsa al cambio dell’attrezzatura e anche sì per riposarsi dopo aver sostenuto il gigante non hanno ritenuto opportuno far partire prima i master. Vi immaginate se ciò si fosse verificato? questa decisione malgrado io appartenga alla categoria dei Master mi ha trovato sostanzialmente d’accordo.
    Nella secona giornata hanno applicato la norma che appunto prevede che “normalmente viene data precedenza alle ……”. . Le categorie più anziane sono quindi comunque sostanzialmente favorite e chi ha partecipato a gare master concomitanti con gare rqsg lo sa perfettamente. Se si vuole sostenere che comunque le condizioni sarebbero state comunque faveroveli si può anche tranquillamente sostenere che lo sono state anche per chi è partito dopo, come si è verificato.
    Normalmente significa che normalmente abbiano la precedenza salvo che le condizioni meteo e di innevamento consiglino diversamente, ciò nel senso di favorire e mettere le categorie più anziane nelle migliori condizioni di concorrere. E questo è quanto si è verificato domenica.

    • Stefano Colombo on 11 Marzo 2011 at 20:44
    • Reply

    Perchè abbiamo voluto inserire le gare master?!
    I motivi che ci hanno spinto quest’anno ad abbinare alle gare RQ della Ski Race le gare master sono parecchi:
    1) Per il calo generico di partecipazione dello scorso anno e quindi per avere più iscritti alle gare Ski Race.
    2) Per riavvicinare i meno giovani al Circuito e farlo conoscere nella sua struttura (gare, premiazioni, eventi speciali e feste!).
    3) Per creare una gara più “facile” visto il livello raggiunto nelle gare RQ della Ski Race.

    Fin dall’inizio abbiamo chiesto a chi di dovere se era possibile abbinare alle gare RQ della Ski Race anche delle gare master senza però stravolgere il nostro abituale ordine di partenza, cioè svolgendo prima la RQ e poi a seguire la gara master. Ci era stato risposto che non esiste una regola che imponga chi debba partire prima ma semplicemente che normalmente si da precedenza alla categoria con i concorrenti più anziani e che, a discrezione degli organizzatori e dei giudici, in base alle condizioni climatiche e di innevamento della pista, si può decidere di volta in volta con quale ordine far partire la gara.

    Soddisfatti di queste risposte, che non ci impedivano di portare avanti la nostra idea, abbiamo aggiunto alcune gare master al nostro calendario di RQ dando preferenza all’area della Valtellina, dove purtroppo ormai ben pochi organizzano gare master!
    Abbiamo deciso di far partire i master dopo le RQ non per mandarli allo sbaraglio o – come dice qualcuno – perchè li consideriamo carne da macello!!!…(anch’io sono un master attempato ormai!) ma per un preciso motivo per la cui comprensione serve ricordare che la differenza tra RQ e master è che nella RQ si parte in ordine di punteggio Fisi dal più basso al più alto, mentre nelle gare master si parte per fasce di età, iniziando dai più anziani.
    Il master “forte”, cioè quello con i punti bassi, vedendo che come prima gara parte la RQ, preferisce iscriversi a quella perchè risulta favorito dal numero di partenza ed ha, in aggiunta, la possibilità di concorrere per la classifica Ski Race. Il master “medio”, che vuole fare una gara più tranquilla ma sempre di qualità, ha invece convenienza ad iscriversi alla master, pur sapendo che partirà dopo la RQ, perchè avrà maggiori possibilità di “fare punti” se non ci sarà qualcuno che “ammazza la gara” con distacchi abissali… e guardando le classifiche delle nostre gare master di quest’anno così è stato!!!!

    A questo punto della stagione, fin’ora caratterizzata da ottimi risultati in termini di partecipazione nonostante le lamentele, ci auguriamo che tutto prosegua per il meglio e che chi vuole capire capisca…per l’anno prossimo valuteremo se sarà ancora il caso di organizzare qualche gara master in abbinamento alle RQ oppure no. (Ci teniamo a precisare che le gare master assegnate quest’anno agli sci club della Ski Race non sono state tolte ad altri, semplicemente senza la nostra richiesta…non ci sarebbero state!!)

  2. Vorrei aggiungere due cose a ciò che ha già scritto Colomb-one: innanzi tutto il nostro rammarico perchè non tutti gli iscritti a Madesimo erano a conoscenza della particolarità delle nostre gare; la seconda il grave disappunto per i Giudici che anzichè far rispettare il regolamento hanno impedito il regolare svolgimento del programma e il volere degli organizzatori.
    Mi piacerebbe sentire la voce di qualche ragazza o qualche Senior.
    Voglio anche ringraziare Carlo e Vittorio che con i loro commenti ci aiutano a correggere il tiro.

Lascia un commento

Your email address will not be published.